Quando iniziare ad usare il seggiolone?

Quando iniziare ad usare il seggiolone?

Passare dalla sdraietta al seggiolone è una tappa estremamente importante per quanto riguarda la crescita del proprio bambino. Solitamente, questo passaggio avviene con l’inizio dello svezzamento, ovvero attorno ai 6 mesi, quando il bambino riesce a stare seduto in modo autonomo. Non ci sono però delle regole fisse e valide per ogni bebè, anche perché sul mercato esistono tantissimi modelli di seggiolone adatti anche a bambini appena nati.

Alcuni seggioloni presenti in commercio, sono totalmente reclinabili e muniti di un’imbottitura particolarmente contenitiva. Grazie alla loro conformazione possono essere usati anche quando il neonato non ha raggiunto i 6 mesi d’età.

Dai 0 ai 6 mesi, lo schienale del seggiolone va tenuto in posizione bassa e solo verso i 5-6 mesi va sollevato, in modo tale che il bambino riesca a stare seduto.

 

Come scegliere il seggiolone per bebè

Una delle prima cose da fare quando si decide di comprare un seggiolone, è quella di prestare attenzione a quello che c’è scritto in etichetta. Prima di comprare un seggiolone per il vostro bambino, assicuratevi che sia riportata la dicitura da 0 a 6 mesi, qualora vogliate utilizzarlo sin da quando il bimbo è molto piccino, evitando così di acquistare una sdraietta separatamente.

Un seggiolone troppo grande potrebbe far scivolare il vostro piccolo. Assicuratevi inoltre che lo schienale sia ben imbottito e reclinabile, in modo tale da far stare comodo il vostro bebè, come se fosse sulla classica sdraietta.

La gamma di seggioloni presenti sul mercato è davvero molto vasta. Se decidete di acquistare un seggiolone da utilizzare sin dalla nascita, cercate sempre di confrontare tra loro i seggioloni con sdraietta che più vi attirano (attraverso la lettura di recensioni e pareri) in modo tale da indirizzare la vostra scelta verso ciò che cercate.

Ricordatevi sempre che la seduta deve essere ergonomica e morbida per accogliere il vostro bambino in tutta sicurezza.

 

 

Non forzare il bambino

Quando si decide di avvicinare il proprio bambino al seggiolone, non bisogna assolutamente avere fretta. Non tutti i bebè sono uguali e alcuni proprio non accettano il fatto di essere messi nel seggiolone, probabilmente non si sentono “liberi” di muoversi liberamente e forse si vedono troppo “chiusi”. È buona norma quindi procedere gradualmente all’approccio con il seggiolone.

Si può iniziare con alcuni minuti al giorno, e aumentare pian piano nel tempo. Ad esempio, si può adagiare il bebè nel seggiolone qualche minuto prima che il latte caldo o la pappa siano pronti, magari mettendo sul vassoio qualche giocattolo con cui possa distrarsi.

Le prime volte il bambino sarà sicuramente nervoso, ma, con il passare del tempo, sarà sempre più rilassato. Solo quando sarà a suo agio e tranquillo iniziate a dargli da mangiare.

Quando i bambini si sentono a disagio, spesso rifiutano il cibo, proprio per questo motivo non bisogna forzarli troppo e bisogna cercare di metterli a proprio agio. Si sa che quando i bambini sono costretti a fare una cosa, qualsiasi età essi abbiano, difficilmente la fanno.

 

Non bruciare le tappe

Spesso, attorno al terzo mese, moltissime mamme usano il classico seggiolone e/o mettono il neonato in posizione obliqua, tenendolo alzato con dei cuscini. In realtà, forzare il bambino a stare in una posizione seduta prima ancora che si sviluppi in modo adeguato è sbagliato. Non c’è motivo di imporre al bebè di stare in una posizione che nel giro di pochi mesi riuscirà a cambiare autonomamente.

Tenerlo seduto prima del tempo, fa si che il peso del corpo prema sulla parte inferiore della schiena. In questo modo, il bebè è obbligato ad assumere una posizione curva e ciò gli impedisce di piegare e muovere le gambe come vuole (cosa molto importante nello sviluppo).

Prima di far assumere al vostro piccolo una posizione seduta, abbiate cura di farlo stare il più a lungo possibile in posizione orizzontale, magari sdraiato su un piano rigido coperto da qualcosa di morbido.

Inoltre, se lo rivolgete a pancia in giù, sul pavimento, con l’ausilio di una coperta morbida, e davanti gli mettete alcuni giochi, imparerà a tenere su la testa, rafforzando i muscoli del collo. In questo modo sarà anche più facile farlo stare seduto nel seggiolone. Lo sviluppo della muscolatura della schiena e del collo sono molto importanti per far si che il bambino riesca a stare seduto correttamente.

Se invece, vostro figlio, ha una naturale propensione a stare seduto, assecondatelo senza esagerare. Bisogna prestare particolare attenzione che la colonna vertebrale non assuma posizioni scomode o poco naturali. Se la colonna vertebrale si sviluppa male, il bambino rischia di avere problemi anche quando sarà più grande.

 

I seggioloni migliori per bimbi dai 0 ai 6 mesi

Come detto all’inizio, moltissimi sono i seggioloni presenti sul mercato. Quindi, se decidete di acquistare un seggiolone dai 0 ai 6 mesi, ricordatevi di scegliere un prodotto di qualità e conforme alle normative vigenti.

I primi mesi di vita sono davvero cruciali, proprio per questo vale la pena puntare su un prodotto di qualità, sicuro ed ergonomico.

Ecco alcuni tra i seggioloni migliori presenti sul commercio che abbiamo selezionato per voi:

Potete leggere tutte le recensioni sul nostro sito sperando che vi aiutino a scegliere il seggiolone più adatto alle vostre esigenze.